Roma 30 maggio, 2019 – Disuguaglianze di salute: politiche sanitarie e non sanitarie

nell’ambito della Terza edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile
30 maggio 2019

N° ID: 126D19

Rilevanza
In Italia, i dati epidemiologici e le evidenze sulle diseguaglianze di salute hanno stimolato soprattutto l’interesse degli enti e degli attori sanitari. I principali contributi riguardano le politiche di prevenzione e l’organizzazione dell’assistenza. Per quanto riguarda le politiche non sanitarie, interventi mirati a contrastare le disuguaglianze di salute sono stati sporadici e messi in atto solo in pochi ambiti.
Risulta chiaro che solo l’intersettorialità, cioè la collaborazione e l’integrazione tra diversi settori delle politiche che condividono lo stesso obiettivo di “equità”, può consentire che ogni politica diventi responsabile della quota di azione e promozione di sua competenza e che tutti insieme concorrano a risultati significativi in termini di impatto sulle disuguaglianze.
Le disuguaglianze di salute sono solo in parte attribuibili alle politiche sanitarie. Gran parte della responsabilità è riconducibile alle politiche non sanitarie. In questa ottica, le disuguaglianze di salute, oltre a riguardare in modo specifico l’obiettivo 3 dell’Agenda 2030, necessitano di essere affrontate in una visione olistica tenendo in considerazione tutti quei fattori decisivi dell’esistenza di una persona, quali ad esempio: educazione, lavoro, distribuzione delle ricchezze e accesso alle risorse, protezione sociale, capacità di autodeterminazione.
Il tema delle disuguaglianze di salute non sembra essere ancora entrato sistematicamente e con una visione globale nell’agenda governativa. E’ evidente la mancanza di un coordinamento politico centrale e di un mandato chiaro, che consenta di distinguere ruoli e responsabilità specifici di tutti gli stakeholder italiani che si occupano di disuguaglianze di salute.

Scopo e obiettivi 
Lo scopo del convegno è quello di accrescere il livello di consapevolezza e l’attenzione al tema delle disuguaglianze di salute.
Nello specifico, si intende evidenziare il ruolo centrale del settore sanitario nel processo di inserimento dell’equità nella programmazione delle politiche pubbliche. Inoltre, risulta di particolare rilevanza ampliare e coinvolgere l’audience degli attori non sanitari con un sguardo ai determinanti sociali di salute.

Metodo di lavoro
Il convegno prevede una serie di relazioni sul tema e una tavola rotonda sulle politiche sanitarie e non sanitarie per la riduzione delle disuguaglianze di salute.

 

PROGRAMMA

Giovedì 30 maggio

  • 11.30 Registrazione dei partecipanti
  • 12.00 Pranzo
  • 13.00 Saluto di benvenuto
    Giulia Grillo, Ministro della Salute (in attesa di conferma)
    Armando Bartolazzi, Sottosegretario di Stato alla Salute
    Lorenzo Fioramonti, Vice-Ministro, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
    Silvio Brusaferro, Commissario, Istituto Superiore di Sanità
  • 13.45 Presentazione degli obiettivi del convegno
    R. Bucciardini
  • 14.00 Disuguaglianze Sociali di Salute nel quadro dell’Agenda di Sviluppo Sostenibile
    C. Collicelli
  • 14.15 Social Determinants of Health: from research to policy
    M. Marmot
  • 14.45 Le principali sfide per la ricerca nel campo delle disuguaglianze di salute
    G. Costa
  • 15.15 Barcelona’s experience in reducing health inequalities and their determinants
    C. Borrell
  • 15.35 Tavola Rotonda, Politiche sanitarie e non sanitarie per la riduzione delle disuguaglianze di salute
    Moderatori: R. Bucciardini e C. Collicelli
    Partecipanti: G. Cederna, M.C. Corti, R. Crialesi, R. Ferrelli, D. Galeone, C. Mirisola, L. Sinisi, F. Spandonaro, A. Spinelli, S. Vasselli.
  • 17:35 Discussione
  • 18.00 Conclusioni e prospettive future
    C. Collicelli e R. Bucciardini
  • 18.15 Consegna del questionario di gradimento e chiusura del convegno

 

RELATORI, MODERATORI E PARTECIPANTI ALLA TAVOLA ROTONDA
Raffaella Bucciardini – Istituto Superiore di Sanità, Roma
Carme Borrell – Agència de Salut Pública de Barcelona, Barcellona
Giulio Cederna – Save the Children, Roma
Carla Collicelli – Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Tecnologie Biomediche (CNR-Itb) e Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), Roma
Maria Chiara Corti – Agenzia Nazionale per i servizi sanitari Regionali (Agenas), Roma
Giuseppe Costa – Università di Torino e ASL TO3, Torino
Roberta Crialesi – Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), Roma
Rita Ferrelli – Istituto Superiore di Sanità, Roma
Daniela Galeone – Ministero della Salute, Roma
Michael Marmot – University College of London, Londra
Concetta Mirisola – Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della (INMP), Roma
Luciana Sinisi – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), Roma
Federico Spandonaro – Università “Tor Vergata” e CREA Sanità, Roma
Angela Spinelli – Istituto Superiore di Sanità, Roma
Stefania Vasselli – Ministero della Salute, Roma

Responsabili Scientifici dell’evento
Raffaella Bucciardini, 06-49906577, Istituto Superiore di Sanità
Carla Collicelli, 096-49933896, CNR-Itb e ASviS

Segreteria Scientifica
Raffaella Bucciardini, 06-49906577, Istituto Superiore di Sanità
Rita Ferrelli, 06-49904136, Istituto Superiore di Sanità
Benedetta Mattioli, 06-49903804, Istituto Superiore di Sanità

Segreteria Organizzativa
Roberta Terlizzi, 0649906013 Istituto Superiore di Sanità
E-mail: roberta.terlizzi@iss.it
Annina Nobile, 0649906012 Istituto Superiore di Sanità
E-mail: annina.nobile@iss.it

INFORMAZIONI GENERALI
Sede: Istituto Superiore di Sanità, Aula Pocchiari
Ingresso: Viale Regina Elena 299

Destinatari dell’evento e numero massimo di partecipanti
Il convegno è destinato al personale di enti ed istituzioni sanitarie e di ricerca interessato ad approfondire le tematiche che riguardano le politiche di contrasto alle disuguaglianze di salute.
Saranno ammessi un massimo di 220 partecipanti.

Modalità di iscrizione
La domanda di partecipazione, disponibile alla pagina www.iss.it, sezione Corsi/Convegni, deve essere debitamente compilata, stampata, firmata e inviata via fax, oppure digitalizzata ed inviata per e-mail alla Segreteria Organizzativa entro il 20 maggio.
La partecipazione all’evento è gratuita. Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico del partecipante.

Modalità di selezione dei partecipanti
I partecipanti saranno accettati fino al raggiungimento della capienza massima dell’aula.

Attestati
Al termine della manifestazione, ai partecipanti che ne faranno richiesta sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per ogni informazione si prega di contattare la Segreteria Scientifica/Organizzativa ai numeri sopra indicati.

COOKIE Policy.